Kyo Osho Zen


categoria: gruppi di meditazione, residenziale, 2021,


tematiche: riequilibrare il corpo, tecniche di meditazione, riequilibrare energie,


Prenota/Chiedi info
dal
25 novembre 2021
(h 21:30)
al
30 novembre 2021
(h 16:30)
durata:
6 giorni
Weekend:
No

Kyo Osho Zen è un intenso ritiro di meditazione ispirato allo zen tradizionale.

E' un lavoro nato su espresso invito di Osho a Prashantam, al rientro da uno dei suoi soggiorni in Giappone. Per mesi Osho ha seguito personalmente la nascita e lo sviluppo della struttura di questo lavoro, suggerendone diverse tecniche.

Il ritiro è strutturato con ritmi precisi e rigorosi che scandiscono le intere 24 ore della giornata, in cui si alternano rituali, antiche meditazioni zen, nuove tecniche di meditazione attiva, semplici momenti di lavoro in cui sperimentare la consapevolezza in ogni gesto quotidiano e tecniche di espressività artistica e corporea.

L’intensità e la totalità a cui sono invitati i partecipanti ha principalmente lo scopo di rendere evidenti i giochi con cui la mente cerca di sabotare la nostra energia.
Una volta superate le resistenze, tutto riprende a fluire e possiamo sperimentare una nuova apertura e un’espansione.
Durante i giorni del ritiro, che avviene in spazi delimitati e condivisi, è richiesto il silenzio, cioè la sospensione di ogni forma di comunicazione ed il completo isolamento dal mondo esterno - anche i contatti telefonici sono esclusi. Viene adottata una dieta leggera e disintossicante.

Per poter partecipare sono richieste precedenti esperienze di meditazione.
"I tuoi pensieri, i tuoi sentimenti e le tue emozioni sono tutte concentrate nella tua testa. E’ un errore pensare che essi risiedano nel tuo cuore. Il tuo cuore è solamente una stazione di pompaggio del sangue.
Quando parliamo di un cuore “vuoto”, stiamo in realtà parlando di una mente vuota. Buddha utilizza la parola cuore invece di mente perché questa è sempre stata associata soltanto al puro processo del pensare, mentre il sentire, il provare risiede nel cuore, ed il cuore è più profondo.
Tutte queste idee sono state create dai poeti. Ma la verità è che puoi chiamare queste cose “mente vuota” o “cuore vuoto”, si tratta esattamente della stessa cosa. Il vuoto – sei solamente un osservatore, ed intorno a te non c’è più nulla in cui tu ti possa identificare, non c’è nulla a cui tu ti possa aggrappare. Questo stato cosciente di non attaccamento alle cose che ti circondano, questo è la mente vuota, la “non-mente”, o il cuore vuoto. Queste sono soltanto parole. L’unica cosa reale è il vuoto – di tutti i pensieri, dei sentimenti e delle emozioni. Rimane soltanto l’essere testimone."
 
Osho, The Buddha: The Emptiness of the Heart, Talk #8
 

Chi ha partecipato dice che

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Facilitatori



  • Prashantam - Josè Miguel Pereira De Matos - è nato in Portogallo nel 1949 ed ha ricevuto l’in...

Corsi correlati